Tre Colli / Altrove festival

L’installazione site-specific “Tre colli” di Alberonero rappresenta una novità assoluta all’interno della produzione di interventi di arte pubblica di Altrove Festival. Impiantare una nuova struttura direttamente all’interno del paesaggio naturale significa distogliere temporaneamente lo sguardo dallo scenario costruito per volgerlo verso quell’incantevole bellezza troppo spesso dimenticata e maltrattata. Le morbide curve, la natura spontanea, i colori cangianti e il vento che incessantemente corre su queste colline vengono esaltati e allo stesso tempo spezzati da una struttura ferma, rigida, umana e trasparente, che facilmente rimanda alla figura del non finito che negli anni della speculazione edilizia ha invaso e deturpato l’immagine dello spettacolo naturalistico calabrese. “Tre colli” rappresenta così una provocazione sull’identità del rapporto tra uomo e paesaggio in Calabria: la scelta brutale della griglia e la poetica della trasparenza del colore creano una mimesi tra la costruzione umana e le infinite possibilità di osservazione della natura, generando una sensazione inedita che esalta le tre colline e il movimento continuo del vento, storici simboli della città di Catanzaro.

ENG

"Tre colli". The site-specific installation "Tre colli" by Alberonero represents a breakthrough in the production of public art ALT!rove Festival. Implanting a new structure directly into the natural landscape means temporarily divert the gaze from the scenario built to turn it into that lovely beauty too often forgotten and mistreated. The soft curves, the spontaneous nature, the changing colors and the wind that constantly runs on these hills are enhanced and at the same time broken by a firm structure, rigid, human and transparent, which easily leads to the figure of the unfinished, that in the years of speculation has invaded and tarnished the image of Calabrian natural spectacle. "Tre colli" represents a provocation on the identity of the relationship between man and landscape in Calabria: the brutal choice of the grid and the poetics of the transparent colors create a mimicry between human construction and the infinite possibilities of observation of nature, generating a unusual feeling that enhances the hills and the continuous movement of the wind, historical symbols of the city of Catanzaro.

www.altrovefestival.it

foto Angelo Jaroszuk Bogasz

project 5.1 project 5.2 project 5.3 project 5.4 project 5.5 project 5.6 project 5.7 project 5.8